Food Styling

Il Food Styling ovvero aggiungere bellezza a un piatto per renderlo più appetibile e fotogenico.
Premetto che non sono una Food Stylist, non ho la pretesa di definirmi tale, ma SONO semplicemente un’appassionata di Food Photography.
Il Food Stylist è colui che rende il cibo naturale e fresco come se fosse stato appena cucinato. Lo fa per professione, soprattutto in ambito pubblicitario, lo fa con tecnica per permettere al cibo di non perdere il suo “appeal” e di sopportare ore di sessioni fotografiche.
Io non uso pinzette, colla o vernici, ma studio il mio set ancora prima di mettermi ai fornelli, perché la mia ricette deve essere consumata subito, il tempo di un click 😉

Detto questo, mi piace coltivare il bello, e lo faccio anche quando scatto una fotografia a un’irresistibile zuppa invernale, a uno stufato o a un’insalata estiva. Per questo motivo cerco sempre di creare set fotografici  utilizzando sfondi e oggetti di scena che si adattino alla ricetta. Sto attenta a usare le giuste texture, i colori e che ci sia il giusto equilibrio, sistemando in modo armonico gli oggetti di scena che non devono assolutamente dominare, o aggiungendo gli ingredienti principali che compongono la pietanza. Per esempio? Spolverizzando la zuppa con del coriandolo o alcuni peperoncini tritati, oppure appoggiando attorno al piatto delle erbette.
Provo sempre a fotografare il piatto da tutte le angolazioni e uso solamente la luce naturale. Ci sono alcune pietanze che si prestano per essere fotografate dall’alto altre hanno bisogno di uno scatto frontale. Ottima anche la fotografia laterale che permette di mettere in risalto la pietanza e di includere uno sfondo.
Di fondamentale importanza anche la profondità di campo che deve essere ridotta quando si vuole attirare lo sguardo su una specifica parte della foto.

La mia Attrezzatura;
– Nikon D3100 D7000;
– Obiettivo Nikon 50 mm 1.8;
– Obiettivo Nikon 18-105;
– Obiettivo Nikon 18-200;
– Obiettivo Nikon 55-300;
– Treppiede;
– Pannelli riflettenti;
– Tavole di legno rustiche, superfici di metalli graffiato, piastrelle scure, tessuti grezzi;
– Props moderni e soprattutto vecchi.

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *