Ogni giorno è un altro giro di giostra

A un certo punto tutto ha iniziato a vacillare e ho iniziato a dubitare di ogni mia convinzione.
Ho messo in discussione me stessa e le mie scelte.
Ho avuto paura di non sapere affrontare anche le più banali delle situazioni.
Tutto è cominciato la settimana che Nicolò ha avuto l’otite.
Ero già abbastanza sotto stress per quel fax inviato, per aver preso la decisione di fermarmi, di mettere un bel punto e andare a capo. E anche se sono convinta che dare le dimissioni è stata la scelta migliore, soprattutto per la pochissima considerazione che mi hanno riservato, mi sono sentita insicura.
Ma non potevo fare altrimenti… e da qualche parte ho trovato il coraggio di lasciare un lavoro a tempo indeterminato.
Lo stesso giorno che ho dato le dimissioni, abbiamo portato Nicolò in pronto soccorso per una brutta otite bilaterale.
Sono stati giorni difficili. Lui che stava male e io che facevo fatica a consolarlo e a fargli prendere le medicine. Mi sentivo inadeguata.
Poi mi sono ammalata pure io.
Lui continuava a volere solo me. Io arrivavo a fine giornata stremata.
Poi ci sono state alcune discussioni con mio marito che mi ha chiesto di mettere da parte il passato, per essere disponibile con chi, nei mesi in cui avevo più bisogno, mi ha chiuso la porta in faccia.
Ho passato giorni in cui ero sempre nervosa. Giorni in cui perdevo la pazienza per niente e anche cose di poca importanza diventavano una tragedia.
Sentivo crescere un’intensa sensazione di monotonia e di incertezza.
In più, tutto il giorno chiusi in casa e la mancanza di chiacchiere tra adulti non mi aiutava.
Ho provato a sfogarmi tra le pagine del mio blog, ma non ci sono riuscita e per un attimo ho anche pensato di chiudere tutto.
Stavo annegando in un bicchiere d’acqua, e la cosa assurda è che me ne rendevo conto.
Poi ho capito.
Ho capito che le emozioni, in questo folle giro di giostra, le devo abbracciare tutte, quelle belle e anche quelle che non mi piacciono.
Ho capito di essere fortunata.
Ho capito di essere fortunata a essere una mamma, anche se non è sempre facile.
Ma soprattutto ho capito quanto erano insignificanti “quei” problemi.
E sono tornata sorridente alla vita di tutti i giorni. Ho messo da parte la mia fragilità, e sono tornata qui, nel mio luogo ideale, a fare il punto di quello che è accaduto.
Ad analizzare le scelte che ho fatto.
A confrontarmi con altre mamme che vivono le mie stesse emozioni.
Sono tornata qui a scrivere perché per me è terapeutico, e solo adesso che rileggo questo post prima di pubblicarlo mi rendo conto di quanto mi aiuta a confrontarmi con me stessa e a dare un ordine alle mie idee!

 

Giro in giostra

Vivo ora, qui, con la sensazione che l’universo è straordinario, che niente ci succede per caso e che la vita è una continua scoperta. E io sono particolarmente fortunato perché, ora più che mai, ogni giorno è davvero un altro giro di giostra.
(Tiziano Terzani)

8 Comments

  1. roberta morasco 12 novembre 2017 at 11:16

    Proprio così, ogni giorno è un altro giro di giostra.
    Forza Miky, vacillare è umano, ma poi ci si rimette in piedi e si capisce quanto si è fortunati! Ché noi non molliamo 😉
    un abbraccio forte a te e al tuo bel ometto!
    Roby

    Reply
    1. Miky 25 novembre 2017 at 15:59

      Hai perfettamente ragione Roby. L’importante è riuscire a rimettersi in pista e soprattutto a capire del grande dono che abbiamo.
      Un abbraccio grande ?

      Reply
  2. mery 13 novembre 2017 at 16:40

    Sei fantastica! I dubbi ci sono sempre, fanno parte di noi.
    Pensa al domani e vai avanti senza girarti indietro!
    Un abbraccio

    Reply
    1. Miky 25 novembre 2017 at 16:00

      Un abbraccio a te ❤️

      Reply
  3. maris 15 novembre 2017 at 18:42

    Mia cara, dolce Miky…le tue parole così vere e vibranti mi hanno fatto percepire tutto ciò che hai pensato e sentito in questo periodo difficile. Ma hai avuto la lucidità e la forza per “abbraccaire tutte le emozioni”, come tu stessa hai scritto. E ora sei più forte, più pronta ad affrontare anche altri momenti delicati che non mancano mai nella vita e men che mai in quella di una mamma.
    Ma le gioie anche sono tante e bellissime, questo è certo e ci dà lo sprone ad anadare avanti a tutta forza 🙂

    Un bacio grandissimo a te e al tuo cucciolotto bello!

    Reply
    1. Miky 25 novembre 2017 at 16:00

      Cara Maris, grazie di cuore tesoro ❤️

      Reply
  4. Tizi 27 marzo 2018 at 12:58

    Come ti capisco…un bimbo appena nato, l’incapacità di gestirlo e la paura di sbagliare tutto, poi la necessità di chiudere una attività che tenevo da 15 anni e lo sconforto verso il futuro, visto dalle mura di casa dalle quali se il piccolo non sta meglio non si esce…ti capisco e ti ammiro per aver saputo “fare il punto della situazione e andare avanti”…io ci sto ancora provando!!!
    🙂

    Reply
    1. Miky 30 marzo 2018 at 14:57

      Cara Tizi, vedrai che anche tu riuscirai a fare il punto della situazione e ad andare avanti. Un forte abbraccio.

      Reply

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *