Il Bônet [bu'nɛt])

 
Shh… Forse finalmente è arrivata ^_^
 
 
 
Non ho mai amato particolarmente gli amaretti, un po’ per il loro gusto amaro, un po’ perché non sono il tipo di biscotto di pasticceria che piace a me. 
 
 
Così ho sempre evitato i dolci preparati con questo ingrediente e anche i famosissimi amaretti sardi, tipici dolci della mia splendida Isola, non sono mai stati tra i miei preferiti, anzi se devo essere sincera li ho sempre scartati. 
 
 
 
Ma con il Bônet è stato diverso, con lui è stato amore a prima(o) vista gusto ^_^
Mi trovavo in un Ristorante a conduzione famigliare a pranzo con alcuni ex colleghi di lavoro e a fine pasto abbiamo deciso di concederci un dolcetto. La mia scelta è ricaduta sul Bônet, ignara del fatto che contenesse gli amaretti. L’ho letteralmente divorato e poi ho chiesto la ricetta al cameriere ^_^
 
Il bonèt [bu’nɛt]) è un budino di antichissima tradizione, tipico del Piemonte, a base di uova, zucchero, latte, liquore (solitamente rum) e amaretti secchi. Può presentarsi con o senza cioccolato o cacao. Viene preparato e cucinato con la medesima tecnica che si usa per i dolci della famiglia delle Crème caramel, diffusi in tutta Europa. Il Bunet tradizionale piemontese, fatto in casa dalle nonne, non era a base di Rhum, ma di Fernet, perché, terminato il pasto, il Fernet serviva per sveltire la digestione. 
Ho provato a farlo in casa e il risultato mi ha soddisfatto, e non solo a me ;o)
 
Ingredienti 
 5 dl di latte intero
√ 150 g di zucchero semolato
√ 120 g d’amaretti
√ 35 g di cacao in polvere
√ 3 uova
√ 5 ml di RumPer il caramello
√ 100 g d’acqua
√ 300 g di zucchero semolatoIn una casseruola versate lo zucchero e l’acqua, fatela bollire a fuoco medio fino a che non avrà assunto un colore bruno intenso. Versate il caramello così ottenuto nello stampo (io ho usato quello per il plumcake) e quindi lasciate raffreddare.
In una terrina sbattete le uova intere con lo zucchero semolato. Incorporate poi il cacao in polvere e mescolate molto bene. Quando il tutto sarà ben amalgamato aggiungete gli amaretti sbriciolati e il rum. A parte, riscaldate il latte e aggiungerlo al composto, continuando a mescolare con una frusta. Versate l’impasto nello stampo precedentemente caramellato. Mettete lo stampo in una teglia contenente acqua calda (che arrivi a metà dell’altezza dello stampo) e cuocete in forno a bagnomaria a 150°C per 40’-50’, fino a quando il dessert sarà completamente rappreso.
Bene ora vi saluto, vado a fare una bella camminata con un’amica e poi stasera abbiamo un ospite a cena e indovinate quale sarà il dessert di fine pasto?
Ma va… ^_^
  
Con questa ricetta partecipo al primo Giveaway della carissima Vale
 
 
 
Ho inoltre il piacere di informarvi che il mio Blog è approvato FIP 
{Federazione Italiana Pasticceria Gelateria Cioccolateria}
 
 
Ma di questo vi parlerò nel prossimo Post ^_^
 
Buon weekend cari amici e Baci Sparsi!
 
Ps. per realizzare un degno set fotografico ho macchiato la tovaglia bianca della nonna 🙁

76 Comments

    1. Miky 13 aprile 2013 at 9:38

      Grazie Silvia, oggi sei di poche parole? ^_^
      KIss

      Reply
  1. maris 12 aprile 2013 at 18:13

    Una delizia di sicuro, mia cara 🙂
    Io gli amamretti li amo tanto, anche da magiare così assoluti. E mi piace anche il liquore all’amaretto. Quindi questo dolce non me lo posso far sfuggire 😉

    Anche la Betty lo ha immortalato in un suo post, giusto? Già da lei avevo manifestato il mio apprezzamento!!!

    Sereno fine settimana, tanti baci!

    Reply
    1. Miky 13 aprile 2013 at 9:39

      Si Maris anche Betty ha fatto il Bonet, infatti quel giorno a pranzo c’era pure lei. Ma il mio è più buono, non dirglielo però ^_^
      Baci tesoro.

      Reply
  2. Susy Bello 12 aprile 2013 at 18:20

    Sinceramente un’assaggino, anzi due, lo farei volentieri, anche se come te non amo particolarmente gli amaretti…..
    Un salutone Susy

    Reply
    1. Miky 13 aprile 2013 at 9:40

      Il mio ospite di ieri sera lo ha mangiato tutto O.o aiutato da mio marito naturalmente ^_^

      Reply
  3. Cristina 12 aprile 2013 at 18:37

    eh eh dipende da come è lavorato che cambia quel poco per farti piacere il dolce agli amaretti….le foto sono meravigliose!!!!! bravissima!!! ciao Cri : )

    Reply
    1. Miky 13 aprile 2013 at 9:40

      Hai ragione Cri, grazie ^_^

      Reply
    1. Miky 13 aprile 2013 at 9:41

      Thanks Gert Jan ^_^

      Reply
  4. Audrey 12 aprile 2013 at 19:48

    voglio farlo, non l’ho mai mangiato, ora ti rubo subito la ricetta 😉
    Che belle foto Miky, mi fanno venire una voglia di bonèt 😀
    baci e buon weekend

    Reply
    1. Miky 13 aprile 2013 at 9:41

      Provalo stella è buonissimo ;o)
      Buon weekend a te <3

      Reply
    1. Miky 13 aprile 2013 at 9:42

      Tanks Cri, have a nice day!

      Reply
  5. Pierre BOYER 13 aprile 2013 at 5:28

    I love the first picture…
    Best regards from Paris,

    Pierre

    Reply
    1. Miky 13 aprile 2013 at 9:42

      Tanks Pierre.
      Kisses
      Miky

      Reply
  6. ❀~ Simo ♥~ 13 aprile 2013 at 5:29

    Buongiorno Miky qualche caloria è quel che mi ci vuole….
    Bellissimo post in tutti i sensi. Kiss kiss

    Reply
    1. Miky 13 aprile 2013 at 9:43

      Simo se vieni a trovarmi mi metto subito ai fornelli ;o)

      Reply
  7. Guard. del Faro 13 aprile 2013 at 6:02

    Gentile Miky,
    fossi in te, cambierei nome a questo blog e l’intitolerei ” Passione pasticcera”.
    Comunque sei bravissima e credo che, se continui a preparare di queste leccornie, presto troverai marito ^_^
    Ti auguro un sereno weekend.

    Reply
    1. Miky 13 aprile 2013 at 9:44

      Mio caro Nigel, so che dopo la delusione di Rosa stai pensando di chiedermi la mano, ma ahimè sono già felicemente sposata ^_^
      Felice fine settimana 😉

      Reply
    2. Guard. del Faro 13 aprile 2013 at 9:54

      > sono già felicemente sposata

      Ah, questa non ci voleva!
      ^_^

      Reply
    3. Miky 13 aprile 2013 at 9:56

      ^_^
      Buon weekend carissimo 😉

      Reply
  8. Gianna Ferri 13 aprile 2013 at 6:54

    Ma sai che è successo a me la stessa cosa?

    Reply
    1. Miky 13 aprile 2013 at 9:45

      Davvero Gianna? ^_^

      Reply
  9. Valentina 13 aprile 2013 at 8:21

    Ciao Miky 🙂 Ma lo sai che anche io non amo particolarmente gli amaretti e non ho mai assaggiato il bonet? Dopo aver letto il tuo post e aver visto queste meravigliose foto, inutile dire che devo rimediare subito… deve essere delizioso! 😀 Complimenti e grazie mille per aver partecipato! 🙂 Congratulazioni per il riconoscimento, è una grande soddisfazione! Sono felice per te 🙂 Un abbraccio forte, buon weekend :**

    Reply
    1. Miky 13 aprile 2013 at 9:46

      Provalo Vale e se passi da queste parti avvisami ^_^
      Un bacio stella.

      Reply
  10. Luana Carzedda 13 aprile 2013 at 8:56

    Ahhhh ecco la domanda dell’altro giorno… Sisi sono sarda anche io… 🙂 Abito vicino ad Olbia.. 🙂 Tu??
    Devo dire che io ho un rapporto contraddittorio con gli amaretti per il semplice fatto che tutte le volte che li preparo su 10… 3 o 4 vengono belli gli altri non si sa perchè sono brutti -.- Diciamo che mi fanno i dispetti!! 😛
    Per il tuo buonissimo bonet purtroppo non ho mai avuto l occasione di assaggiarlo ma l hai descritto talmente bene che voglio assolutamente provarlo.. perchè da come ne parli dev essere buonissimo!! xD
    Infine non posso non farti i complimenti per il tuo riconoscimento… Non potevi non meritarlo il tuo blog e troppo bello… 🙂 Complimenti!!
    Un abbraccio ti auguro di passare un buon fine settimana… 🙂

    Reply
    1. Miky 13 aprile 2013 at 9:49

      Eh già sono sarda pure io ma del sud Sardegna. Sono cresciuta in un piccolo paesino di 700 abitanti, ma ora vivo qui in mezzo alla nebbia Padana ^_^
      Un bacio mia cara, quando la nave che mi porterà in Sardegna attraccherà al porto di Olbia vengo a prendere un caffè da te ;o)
      Baci e felice fine settimana.

      Reply
  11. Sara fatina 13 aprile 2013 at 9:10

    Una volta mi sa che l’ho mangiato, però era tondo… può essere? Questa ricetta la voglio provare! 🙂

    Reply
    1. Miky 13 aprile 2013 at 9:50

      Credo di si Sara. Comunque provalo, è facilissimo da fare.
      Buon weekend.
      Miky

      Reply
  12. Roberta 13 aprile 2013 at 9:47

    Miky, eccomi!!!
    Ma il tuo blog è una vera delizia….come mai non ti ho scoperta prima?!?
    Adoro questo bonet, come tutta la cucina piemontese, così raffinata, così ricca…..
    Un bacio, buon we!!!

    Reply
    1. Miky 13 aprile 2013 at 9:52

      Grazie Roberta, sei gentilissima ^_^ Benvenuta, mi fa piacere averti qui.
      Nonostante le miei origini sarde, anche a me piace molto la cucina piemontese.
      Un bacio mia cara, vengo subito a trovarti nel tuo Blog 😉

      Reply
  13. Sa_&_sa 13 aprile 2013 at 10:20

    Io non amo gli amaretti , ne tanto meno il rum e forse non è il dolce più adatto al mio palato….ma con queste foto , il desiderio di prenderne un cucchiaino ed assaggiarlo mi è proprio venuta ;o)

    bacioni

    Reply
  14. Alice 13 aprile 2013 at 13:00

    Allora, Miky…parliamoci chiaro. Il fatto che tu sia bravissima a fare le foto non giustifica la pubblicazione di foto altamente “ingrassanti” come queste del dolce. Giuro, devo aver messo su un chilo buono negli ultimi due minuti, perché, come dire…la foto rende giustizia! 😉
    Bravissima Miky!

    Reply
  15. Cinzia 13 aprile 2013 at 13:27

    Deve essere favoloso!!!
    Cinzia

    Reply
  16. Rosa 13 aprile 2013 at 17:57

    ciao miky complimenti per le foto artisticamente golose, grazie per la ricetta, il bonet e’ un classico della cucina piemontese, buonissimo ed anche abbastamza semplice da preparare, buon week end a presto rosa.))

    Reply
  17. Barbara Franceschini 14 aprile 2013 at 12:56

    Veramente “shhhh”!!! Quest’anno sembrava non arrivare più!!!
    Bellissimi e golosissimi scatti!!!
    Buona domenica!!!
    Baci!!!!

    Reply
  18. Laura 14 aprile 2013 at 12:57

    mmmm che bontà, scatti stupendi!

    Reply
  19. Vaty ♪ 15 aprile 2013 at 13:10

    ecco tesoro.. grazie a te conosco il bonet. Che dire che mi hai già conquistata in pieno? con queste foto, parole, e clima primaverile qui tutto assume un connotato mooolto speciale.
    un abbraccio grande Amica!

    Reply
  20. UIFPW08 16 aprile 2013 at 7:29

    I miei complimenti migliori Miky
    Un abbraccio forte
    Maurizio

    Reply
  21. cadè 16 aprile 2013 at 8:29

    Complimenti Miky, per la ricetta, per il riconoscimento e per le splendide foto!

    Reply
  22. Love for Food and Photography 16 aprile 2013 at 11:39

    Complimenti Miky di tutto cuore per l’approvazione alla FIP, più che meritata!!
    Auguroni per il contest, e che dire di questa ricetta – e le fotografie – da leccarsi i baffi e non solo!! come vorrei poter prenderne una bella fettina qui dallo schermo, come dolce, per ora!!
    cari saluti
    Dany

    Reply
  23. monica 16 aprile 2013 at 12:57

    tu sei bravissima Micky guarda che cosa hai saputo fare! e congratulazioni per l’approvazione FIP, brava!!! un bacio mony

    Reply
  24. sabry 16 aprile 2013 at 13:13

    Miky ti sto trascurando, vi sto trascurando…ho un pò di problemi a casa con mio padre…però appena posso vi sbircio e vedo sempre cose bellissime! Foto eccezionali e i dolci non ne parliamo. Anche io non amo gli amaretti ma il bonet SIIIIII!!! Brava ti è venuto bene e molto volentieri allungherei il cucchiaio per assaggiarlo! Complimenti per l’approvazione FIP, sarò di parte ma alle blogger non manca nulla, anche se non sono professioniste ma proprio per questo più versatili, fantasiose e bravissime fotografe…..!!!

    Reply
  25. Alessandro Zaccaro 16 aprile 2013 at 13:32

    Ma che buono questo dolce… non lo conoscevo!
    e che carino il tuo blog ci son belle ricette complimenti 😉
    mi unisco subito ai tuoi lettori fissi!

    Un abbraccio
    Alessandro
    fancyfactorylab.blogspot.it

    Reply
  26. mery 16 aprile 2013 at 16:28

    Se fai il Bonet buono come quello della tua sorella gemella diversa vengo subito a fare merenda da te!!! Intanto mi godo le foto che sono proprio belle…come al solito!!! Ti lovvo nipotina!!!

    Reply
  27. Elena Terenzi 16 aprile 2013 at 17:50

    Mi hai fatto venire l’acquolina in bocca!

    Reply
  28. Erika 16 aprile 2013 at 18:52

    A me gli amaretti piacciono e mi ricordo di aver assaggiato anche questo Bonet. Mi hai presa per la gola perchè sono golosissima.
    Bel reportage.

    Reply
  29. Red Rose Alley 16 aprile 2013 at 19:16

    The bonet looks simply delicious, Miky. I have tried creme brulee a couple of times, and I really loved it. I hope you had a nice walk with your friend.

    Thank you for your comment on my ‘cousin’ post. I appreciate it so much.

    Love,
    ~Sheri

    Reply
  30. Red Rose Alley 16 aprile 2013 at 19:17

    Oh, I forgot to mention, you take some of the prettiest flower shots in blogland.
    ~Sheri :~)

    Reply
  31. Lory B. 16 aprile 2013 at 19:22

    Da buona piemontese preparo spesso il bonet, a noi piace molto!!!
    A volte utilizzo, metà amaretti e metà savoiardi… per accontentare mia figlia che non adora gli amaretti 🙂
    Bellissimi scatti ^_^
    Un abbraccio stretto e tanti baci!!

    Reply
  32. Cinzia 16 aprile 2013 at 19:36

    te lo credo che meraviglia complimenti bravissima

    Reply
  33. Roberta Morasco 16 aprile 2013 at 21:16

    Ma che meraviglia ‘sto bonet..a me piace tantissimo e tu l’ahi preparato divinamente..che belle foto Miky!!!
    Complimenti per la FIP! e….shhh…si sta arrivando!
    Un bacione! Roberta <3

    Reply
  34. silvia moraca 17 aprile 2013 at 7:26

    Complimenti per questa meraviglia!
    Sono una nuova followers se hai voglia di venirmi a trovare
    silviaaifornelli.blogspot.it
    ti aspetto! Buona giornata! 🙂

    Reply
  35. Pippi 17 aprile 2013 at 20:05

    ciao Miky eccomi qui e che bella sorpresa, che blog pieno di freschezza!!! 🙂

    Reply
  36. Mary 17 aprile 2013 at 20:51

    Quanti bei dolci sul tuo blog ! Nuova iscritta ! Ti va di ricambiare?

    Reply
  37. Vica in cucina 18 aprile 2013 at 14:02

    Ed io che credevo fosse francese… dal nome suonerebbe così.. che meraviglia.. Sono tutt’ora con gli occhi sgranati sul desktop a fissare il tuo bonet… Ti dispiace se pubblico la foto sulla mia pagina facebook, così ti faccio anche pubblicità!!!! ♥

    Reply
  38. ❀~ Simo ♥~ 19 aprile 2013 at 13:14

    Un abbraccio e buon fine settimana! Miky che ci prepari di dolce?

    Reply
  39. Sonia 20 aprile 2013 at 18:11

    congratulazioni per l’approvazione FIP ……
    inoltre..direi che la tua Nikon è magistralmente utilizzata! che bel blog che sto trovando e sei bravissima in cucina! Ti seguo con piacere, buona domenica. Sonia

    Reply
    1. Sonia 20 aprile 2013 at 18:13

      ps…ha ha ha..già ti seguivo con piacere! ma ora ti ho aggiunto nel blogroll così non ti perdo di vista 😉

      Reply
  40. Monique 20 aprile 2013 at 18:56

    Miki!!! ma io ti seguo già da tempo. okok, non sono una che commenta molto ma sono tra i tuoi followers e spio quello che fai!:-) tanti baci!

    Reply
  41. Ale 20 aprile 2013 at 23:05

    ciao Miky, sono felice di conoscere il tuo blog così bello e interessante…ma sai chqe questo dolce voglio farlo da un bel po’ di tempo? il tuo ha un aspetto divino, chissà che bontà! Appena lo provo ti faccio sapere! Da oggi ti seguo, passa a trovarmi se vuoi! A presto spero!

    Reply
  42. Enrica - Vado...in CUCINA 21 aprile 2013 at 14:35

    ciao, mi piace il tuo blog, rimango tra i tuoi followers, se ti va passa dalla mia cucina

    Reply
  43. Lara Bianchini 21 aprile 2013 at 18:49

    dico che mi piace e mi fa molto piacere seguirci da qui, mi unisco ai tuoi followers, se ti va unisciti ai miei. Buono il bonet 😉 Ciao, lara

    Reply
  44. Mari Nisi 22 aprile 2013 at 15:50

    lo sai che odio gli amaretti..ma mi sa che qsto dolce lo provo…ciamo amica mia <3

    Reply
  45. carla 23 aprile 2013 at 20:04

    Grazie a te!!! E questo Bonet mi ha incantato subito!!!!
    Favoloso, io lo adoro ma non l’ho mai fatto e gli amaretti io li mangio anche da soli, tanto mi piacciono.
    Mi spiace per la tovaglia della nonna
    A presto

    Reply
  46. Massimiliano Fattorini 2 maggio 2013 at 9:48

    che buono che è, mi ricorda quando abitavo a torino, dovrei provarlo a fare, non mi son mai cimentato ma la ricetta mi attira parecchio!

    Reply
  47. Pingback: Io speriamo che me la cavo… |

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *