Storico carnevale di Ivrea

A Ivrea il Carnevale è diverso da tutti gli altri. A farla da padrone non sono coriandoli e carri allegorici, ma arance e carri da getto. E’ un evento unico in cui la storia e la tradizione si mischiano allo spettacolo e all’allegria. 
Il Carnevale di Ivrea ha origini antiche o addirittura medioevali: in quei tempi un barone che affamava la Città venne scacciato grazie alla ribellione di una giovane mugnaia che non volle sottostare allo jus primae noctis e che lanciò la rivolta popolare. E’ così che prende forma la battaglia delle arance. In questa battaglia il popolo, rappresentato dagli aranceri a piedi sprovvisti di qualsiasi protezione, 
 
combatte contro le armate del “Barone” rappresentate da tiratori su carri da getto tirati da una coppia o da una quadriga di splendidi cavalli. 
 
Su ogni carro stanno un decina di difensori coperti con abiti di fogge medievali ed elmi con visiera.

Il popolo è rappresentato da diverse squadre a piedi:

– Asso di Picche
– Arancieri della morte
– Scacchi
– I Tuchini del Borghetto
– Scorpioni d’Arduino
– Pantera nera
– I Diavoli
– I Merceari
– I Credendari Arancieri

E poi c’è lei l’eroina della Storia e del Carnevale, la Vezzosa Mugnaia. Al suo fianco il Generale il cui compito è quello di garantire il corretto svolgimento della manifestazione. Gli altri personaggi del Carnevale di Ivrea sono lo Stato Maggiore Napoleonico, composto da Ufficiali a cavallo, le Vivandiere, il Sostituto Gran Cancelliere, il Magnifico Podestà garante della libertà cittadina, il Corteo con le Bandiere dei Rioni rappresentati dagli Abbà ed i Pifferi e Tamburi. Questi personaggi sfilano in uno splendido corteo storico al quale partecipano anche carri, gruppi folcloristici e bande musicali provenienti, su invito, anche da altre regioni italiane o da altri paesi europei. 

La battaglia delle arance dura 3 giorni ma il carnevale viene aperto il 6 gennaio con l’uscita dei pifferi.  E’ un Carnevale un po’ insolito, io però lo trovo affascinate e ricco di storia e tradizioni, anche se alla fine non rimane che un tappeto di arance… ^_^

33 Comments

  1. Tina/Dulcis in fundo 14 febbraio 2013 at 9:34

    conoscevo questo Carnevale….molto belli i scatti….buon San Valentino tesoro :)))

    Reply
  2. Cinzia 14 febbraio 2013 at 9:39

    L’ho visto parecchie volte in tivù…ora lo vedo più dettagliatamente nelle tue belle foto!
    Cinzia

    Reply
  3. maris 14 febbraio 2013 at 9:43

    Io non sono un’appassionata del Cranevale, ma manifestazioni come questa sono bellissime, ricche di storia.
    Che brava che sei Miky, cogli sempre la “magia” di ogni cosa coi tuoi scatti!!!

    Reply
  4. Audrey 14 febbraio 2013 at 10:19

    La storia la conoscevo, una volta me la raccontò la prof, ma non era ricca di particolari come il tuo post che ho apprezzato tantissimo. Le foto sono meravigliose (come sempre), ed alcune cose non le sapevo.
    Però mi ricordo, non so se erroneamente , che una cosa simile si faceva anche in Spagna e mi sa anche con i pomodori.
    Il tappeto di arance a terra è qualcosa di favoloso, anche se mi spiace per lo spreco.
    Bellissimo post…Happy Valentine 😉

    Reply
  5. ❀~ Simo ♥~ 14 febbraio 2013 at 10:41

    Sarà perchè il carnevale non mi ha mai attirato molto…non conoscevo questa storia ma devo ammettere che il tuo reportage è ottimo. Quante arance sciupate …..ma per sublimi scatti questo ed altro.
    Ciao cara e buon S. Valentino!

    Reply
  6. UIFPW08 14 febbraio 2013 at 10:49

    Cara Miky, i tuoi reportages sono sempre una favola; questo di Ivrea è particolare per davvero: mi piacerebbe fotografarlo.
    Un abbraccio
    Maurizio

    Reply
  7. Sara fatina 14 febbraio 2013 at 10:52

    Eh sì, quante arance sprecate! 🙂 però in fondo dev’essere divertente, quì da me a Carnevale non si è fatto nulla, un po’ di bimbi che giravano in costume, niente di più!

    Reply
  8. mery 14 febbraio 2013 at 10:56

    Le foto sono tutte stupende ma la 5^ foto la trovo bellissima!!! Brava nipotina!!!

    Reply
  9. Natural Photography 14 febbraio 2013 at 11:36

    bellissime miky…e stavolta mi hai battuta sul tempo il mio è ancora in cantiere!!!!!!
    baci

    Reply
  10. Joop Zand 14 febbraio 2013 at 11:37

    Een hele fraaie serie heb je kunnen maken….. mijn complimenten Miky

    Ciao, Joop

    Buon San Valentino

    Reply
  11. Rosa 14 febbraio 2013 at 12:58

    Ciao Miky, che belle tradizioni, molto pittoresche, complimenti per le foto,rendono bene l’atmosfera, meno male si mettono i caschi, ciao buon week baci rosa a presto.))

    Reply
  12. La Betty 14 febbraio 2013 at 13:12

    me cojons…alla faccia della poca ispirazione!
    LA numero 5 è quella che preferisco;ganzo il cuoco arancere!

    Reply
  13. Erika 14 febbraio 2013 at 14:06

    Ne avevo sentito parlare – Dev’essere una bella manifestazione e da quello che ho letto ricca di storia ma tutto quello spreco di arance……
    Buon pomeriggio.

    Reply
  14. Cristina 14 febbraio 2013 at 18:16

    Accidenti è proprio una battaglia da farsi male per fortuna hanno le protezioni! molto belle le foto…stupenda la quinta foto, sembra tratta da un film…Ciao e Buon San Valentino! Cri : )

    Reply
  15. Vaty ♪ 14 febbraio 2013 at 18:26

    sembra un film… incredibile tesoro, sei troppo brava in tutto.
    ti lascio un cuoricino: <3
    perchè sei parte del mio.. ^_^

    Reply
  16. cascarilleiro 14 febbraio 2013 at 18:31

    Fantásticas capturas¡¡excelente trabajo¡¡

    Saludos.

    Reply
  17. Mari Crea 14 febbraio 2013 at 19:56

    Un carnevale davvero impressionante…e le foto rendono davvero la concitazione dell’evento
    Buon San Valentino
    Mari

    Reply
  18. angelo battaglia 14 febbraio 2013 at 22:49

    Ciao Miky, il carnevale di Ivrea è unico nel suo genere, è una di quelle cose che manca nel mio repertorio, ma non è detto che prima o poi posso colmare questa lacuna. Ho visto dei reportage su questo evento che lo conosco come se fossi stato li, ma dal vivo sarà affascinante, mi sono sempre chiesto se le macchine fotografiche riescono sempre indenni da questa battaglia…a te come è andata? Le foto di questo reportage sono splendide, complimenti e brava, ciao Angelo.

    Reply
  19. Michaela 15 febbraio 2013 at 6:53

    looks like great fun!

    Reply
  20. Giulia 15 febbraio 2013 at 9:25

    Che belle foto!! Non conoscevo tutta la storia dietro la battaglia delle arance…davvero interessante!
    xoxo
    G

    Reply
  21. Cristina 15 febbraio 2013 at 11:12

    Bellissime foto come sempre Amica <3
    So che è una tradizione che dura da sempre, ma in tempi come questi, vedere tutte quelle arance in terra così ridotte mi viene solo da pensare….. che spreco, quando in tv ogni dieci minuti ci buttano in faccia la povertà di certi popoli e quella che si avvicina giorno dopo giorno al nostro paese.
    Baci

    Reply
  22. frufru 15 febbraio 2013 at 18:13

    Questo sì che è un Carnevale!

    Reply
  23. Love for Food and Photography 15 febbraio 2013 at 20:15

    Un carnevale incredibile, ne avevo gia sentito parlare, ma viverlo di persona sarà stato un’esperienza unica!! bellissimo reportage, il collage in b/n mi piace in modo particolare, accentua i contrasti e pare di fare un salto indietro nel tempo 🙂
    buon weekend cara Miky!!!
    Dany

    Reply
  24. Red Rose Alley 16 febbraio 2013 at 18:43

    Miky, I’m like you, the medieval times fascinate me. The Ivrea Carnival is such a unique and interesting carnival – I want to go! Love all the costumes and the oranges.
    ~Sheri at Red Rose Alley

    Reply
  25. marifra79 16 febbraio 2013 at 21:52

    Caspita, ma è incredibile!! Ne ho sempre sentito parlare ma non l’avevo mai visto, belle foto davvero! Un abbraccio

    Reply
  26. Laura Mint 17 febbraio 2013 at 15:51

    Un mio amico ci va tutti gli anni e me ne parla sempre bene, ma io per un motivo o per un altro non riesco mai ad andarci… 😐 Bello aver potuto leggere questo post se non altro 🙂

    Reply
  27. ❀~ Simo ♥~ 18 febbraio 2013 at 7:20

    Buongiorno Miky sono passata per augurarti un felice inizio settimana. Un abbraccio

    Reply
  28. Guard. del Faro 18 febbraio 2013 at 14:23

    Ciao Miky,
    i tuoi reportage sono sempre di ottimo livello.
    Devo dire che, nel caso specifico, sei stata fortunata,
    perché ti sei trovata al posto giusto nel momento giusto,
    sempre che non ti sia beccata anche tu… un’aranciata.
    ^_^

    Reply
  29. BiancaneveRossa 18 febbraio 2013 at 18:59

    Le foto sono stupendissime…ed immagino avrai usato un bel tele per non rischiare un bel primo piano di un’arancia spiaccicata nell’obiettivo!!
    La tradizione è una bella cosa..non lo nego assolutamente, però in questa festa c’è uno SPRECO di arance per quintali….Mi sembra un peccato tutta quella frutta per terra!!!

    Reply
  30. Elio 18 febbraio 2013 at 21:05

    Questo dimostra che non ci sono solo i Carnevale di Venezia e di Viareggio o quello superfamoso di Rio de Janeiro. Belle foto, peccato però lo spreco di qualche quintale di frutta. O mi sbaglio e sono un po’ meno? Buona serata.

    Reply
  31. monica 21 febbraio 2013 at 11:56

    si deve documentare tutto e tu lo fai benissimo con le tue foto davvero sensazionali. Hai un’arte nelle mani. Questa manifestazione però non può non far pensare allo spreco di frutta, vero? un abbraccio

    Reply
  32. DIANA. BRUNA 21 febbraio 2013 at 16:33

    Avevo già sentito parlare del carnevale d’Ivrea, ma queste tue bellissime foto lo esaltano magnificamente. Molto belle le foto in bianco-nero che mettono in risalto i personaggi e quella col pavimento tappezzato di arance per il colore.
    Ciao Miky
    Abbraccio
    Bruna

    Reply

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *